bordo alto

Un Lapbook sull'antico Egitto

Navigando in rete mi sono imbattuta in questa tipologia di attività didattica utilizzata negli USA e nei paesi anglosassoni per sintetizzare un argomento; le varie parti del lapbook vengono scritte e disegnate manualmente dai bambini. Digitando LAPBOOK in un motore di ricerca troverete anche voi molte attività e spunti di lavoro.

Essendo appassionata di libri origami e sagomati (su questo argomento alcuni anni fa ho anche curato un laboratorio per INDIRE, per la formazione dei docenti, che trovate QUI) ho pensato di far costruire un lapbook ai bambini di quarta, non per sintetizzare, ma al contrario per approfondire un argomento, tramite lavoro a coppie, con attività di ricerca e di stesura dei testi al PC ed una successiva revisione collettiva. Questa modalità ha permesso ai bambini di lavorare contemporaneamente tutti allo stesso libro ma ognuno con i propri ritmi, di acquisire conoscenze disciplinari ed abilità procedurali e (cosa che ritengo fondamentale) di sviluppare competenze sociali. A me, essendo insegnante prevalente (tutte le materie, escluse inglese, religione e motoria...), è stato molto utile anche perchè ho potuto lavorare con profitto in modo interdisciplinare.

Per quanto riguarda le immagini, ho preferito evitare di farle disegnare ai bambini, consapevole che sia il lavoro di ricerca, di stesura e di revisione dei testi, sia quello di costruzione dei singoli minilibri del lapbook sarebbero stati lunghi e complessi (come infatti è stato). Ho perciò setacciato la rete a caccia di immagini per ogni argomento, che fossero semplicemente da colorare.
Nonostante le iniziali buone intenzioni, sempre per arginare i tempi, ho dovuto occuparmi anche del montaggio dei testi digitali sui modelli sagomati e di gran parte delle revisioni. Non aver potuto revisionare collettivamente tutti i testi mi è dispiaciuto moltissimo, perchè sono convinta che la revisione sia la parte più utile in assoluto dal punto di vista didattico, ma il lavoro è durato 3 mesi e la fine dell'anno scolastico incombeva...
I bambini hanno lavorato davvero volentieri e con impegno e sono stati entusiasti, sia della modalità di lavoro, sia del prodotto finale.
Il lapbook individuale finito
(nel video è quello della maestra, che è rimasto da colorare... quelli dei bambini sono più belli!)
Altri spezzoni video delle attività li trovate qui
Come abbiamo lavorato :

- Abbiamo preso in prestito una grande quantità di libri sull'antico Egitto dalla nutrita Biblioteca del Circolo.

- Ad ogni coppia è stata data una stessa lista di argomenti, riguardanti i vari aspetti del quadro di civiltà. Ogni coppia ha dapprima sfogliato liberamente e poi consultato tutti i libri, cercando i numeri delle pagine in cui si parlava di ogni argomento (primo orientamento nei testi: uso dell'indice, ricerca degli indicatori testuali) e segnandoli sulla propria lista.
- Ad ogni coppia è stato quindi assegnato un argomento per la ricerca, con il compito di consultare tutti i testi a disposizione (consultando la lista fatta in precedenza) e di scrivere un breve riassunto su carta con le informazioni più importanti.
A qualche gruppo è stato assegnato materiale aggiuntivo (testi reperiti dall'insegnante, libro di classe...).
- I gruppi hanno consultato i libri a disposizione, scambiandoli con gli altri gruppi. Chi terminava il lavoro di ricerca e di sintesi prima degli altri, trascriveva il riassunto al PC, o riceveva un nuovo argomento, oppure iniziava il montaggio di un minilibro, o colorava...

- I testi dei gruppi sono stati scritti in digitale usando alcuni notebook e la LIM di classe. Qualche gruppo ha scritto direttamente in digitale.

- I testi digitalizzati sono stati revisionati collettivamente sulla LIM, per migliorarne la forma (la morfologia, la sintassi...) e per controllare la coerenza dei contenuti. Purtroppo, come spiegato più sopra, non è stato possibile revisionare collettivamente tutti i testi prodotti, perchè gli aspetti della civiltà egizia che i bambini hanno indagato sono stati davvero tanti, ma è stato un lavoro importante, che ha dato buoni frutti: si impara moltissimo nel confronto con le conoscenze, le idee e le soluzioni degli altri!
- Per ogni testo realizzato è stato ideato un modello di "libretto origami"; il testo vi è stato inserito insieme ad alcune immagini esplicative (da colorare in seguito). Ideare i modelli non è stato semplice, perchè si è trattato di progettare lo spazio anche in funzione del fronte/retro in fase di stampa...
Alcuni modelli sono stati ideati collettivamente, usando la LIM con gli strumenti per disegnare le forme, ragionando su poligoni, superfici, simmetrie, ribaltamenti ecc. (trasversalità con geometria), ma la maggior parte sono stati predisposti da me sulla base dei testi e delle immagini a disposizione.
Un aneddoto: un modello ideato e predisposto dall'insegnante si è rivelato non funzionale (dopo il montaggio alcuni testi risultavano capovolti e/o fuori posto), quindi alcuni alunni si sono occupati di trovare una soluzione, di modificarlo e di testarne il funzionamento (è stata una grande soddisfazione!!!)
- I diversi modelli completi di testi e immagini sono stati stampati (uno per alunno), ritagliati, piegati ed incollati. Anche qui la trasversalità con geometria è stata evidente (parallele, perpendicolari, assi di simmetria...)

- I bambini hanno colorato le immagini e montato tutte le parti all'interno di una cartellina di manila doppia, raggruppandole per argomento.

- Con l'aiuto della LIM e di un programmino reperito in rete abbiamo scritto il nome della scuola, della classe e di ogni bambino in geroglifico (un segno per ogni lettera) e lo abbiamo messo in copertina, sotto al disegno.
Ecco qualche minuscolo spezzone video dei tre mesi di lavoro sul lapbook, anche se non rende certo l'idea...

Lavori di ricerca e di stesura dei testi

Revisioni collettive, montaggio dei minilibri